1 ottobre 2016, Urbino: Mobilità sostenibile nella realtà di in una città rinascimentale

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Nell’ampio ventaglio di tematiche trattate nel corso della decima edizione di Biosalus Festival, che si svolgerà i prossimi 1 e 2 ottobre presso la Sala Castellani, Palazzo Ex Collegio Raffaello – 1° piano in P.zza della Repubblica 13, Urbino ospiterà sabato 1 ottobre dalle 11:00 alle 13:00 un interessante convegno sulla mobilità sostenibile nella realtà di in una città rinascimentale come la meravigliosa Urbino, patriomonio dell’umanità UNESCO.

L’evento rivolto a tutti e organizzato dal Comune di Urbino in collaborazione con Ecofuturo Festival e Associazione GIGA, presenterà numerose testimonianze:

  • Ing Roberto Cioppi – ViceSindaco e Ass. Urbanistica Comune di Urbino
  • Fabio Roggiolani – Vpres Ass. Giga e cofondatore di Ecofuturo Festival
  • Prof Giuliano Gabbani Unifi e resp. scientifico Giga 
  • Sauro Secci Esperto Energetico Ambientale – Resp. Comunicazione Ass. Giga 
  • Luciano Zepparelli – Technè/Umbria Green Card 
  • Mauro Gori – Muteky
  • Sergio Ferraris – Direttore Qualenergia 
  • Dott. Mauro Tiviroli A.D.Marche Multiservizi S.p.A.
  • Responsabili delle aziende di mobilità e servizi del territorio  

Il convegno, inserito nell’ambito della decima edizione di BioSalus Festival,  affronta  concretamente il caso di Urbino con un centro storico in cui vive il 40% della popolazione residente con  un territorio ampio e numerose frazioni, lontano oltre 20 km dalla stazione ferroviaria e con una popolazione più che doppia dei residenti tra studenti e turisti.

Un evento, quello di Sabato 1 ottobre, che  avviene dopo una prima ricognizione dei problemi ed opportunità effettuata nei giorni precedenti con le aziende della logistica, della mobilità, dei servizi e del Comune.

L’ipotesi di lavoro è quella di poter riconvertire l’intera mobilità del Comune di Urbino senza alcun nuovo impegno di bilancio per l’amministrazione comunale. La trasformazione del parco auto in elettrico di Comune, Asl, Università ecc può avvenire oggi con nuovi strumenti finanziari o con modalità di lungo affitto senza alcun aumento di costi rispetto alle auto a motore endotermico oggi in uso.

Può essere inoltre favorita  la trasformazione della mobilità privata in mobilità elettrica con scelte coerenti in merito a punti di ricarica, parcheggi, accesso in Ztl, favorendo in particolare lo sviluppo del car-sharing in varie forme portando ai cittadini un grande risparmio che induce a affittare e non a comprare la macchina o quantomeno la seconda macchina di famiglia.

Altro fronte fondamentale è la trasformazione possibile della  motorizzazione diesel di furgoni, autobus e camion in dual Fuel Diesel metano anche liquido GNL magari BIOGNL prodotto dalla frazione organica dei rifiuti od alla filiera del biogasfattobene per abbattere polveri sottili e gli altri inquinanti da traffico.

Dopo il convegno di Spolveriamoci del maggio scorso presso il Senato della Repubblica a Roma, con Luca Mercalli, Valerio Rossi Albertini, Mario Tozzi e Jacopo Fo , Ecofuturo e GIGA in accordo con l’amministrazione comunale si Urbino,  provano a costruire una proposta organica per tutti i centri storici italiani basata sul vademecum sottoscritto da tanti enti locali. Con questa iniziativa e con il cantiere di lavoro che ci auguriamo ne seguirà Urbino si può candidare a divenire capitale anche della cultura ecologica.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedintumblrmail

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*